_


 

Comunità Parrocchiale di Bresega

 

14 febbraio 2021

 

In primo piano

************************************

Bollettino delle parrocchie di
Bresega, Ponso, Carceri, Vighizzolo

scarica qui il bollettino settimanale

******************

Dal vangelo secondo Marco (1,40-45)
In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!».
Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato. E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va', invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro».
Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

::: Prossimi appuntamenti :::

Agenda della settimana

Mercoledì 17 15:30 s. Messa con imposizione delle Ceneri.
Venerdì 19 20:30 in chiesa inizia la Via Crucis del venerdì.
Riprende la catechesi
Finalmente riprendiamo gli incontri della catechesi. A Bresega ci sono classi che si ritrovano solo in parrocchia, altre con Ponso altre con Tresto. In questa situazione variegata i punti di riferimento sono i catechisti a cui vi rimando per le situazioni specifiche. Il Compimento per i ragazzi della prima media sarà domenica 23 maggio, Pentecoste, alle ore 11:00 in chiesa a Ponso. In preparazione domenica 21 febbraio ci sarà il rito della Chiamata, tutti i ragazzi siano presenti.
La prima Confessione sarà domenica 13 giugno alle ore 16:00.
Riprendono anche tutti i riti sospesi per le altre classi. Sospesi gli incontri sistematici con i genitori.
Inutile raccomandare la partecipazione ll’eucaristia domenicale che è la migliore catechesi.
Via Crucis per la Quaresima 2021, 19 febbraio
Ogni venerdì sera alle ore 20:30 in chiesa sarà proposta la Via Crucis. Entreremo nelle scene delle stazioni, contemplando con i nostri cuori quanto è grande l'amore del Signore Gesù, che ha dato la sua vita per i propri amici. Iniziamo da venerdì 19 febbraio.
Genitori di 1ª elementare, 25 febbraio
Incontro con i genitori di 1ª elementare di Ponso e Bresega, giovedì 25 febbraio, alle ore 20:30 nel
salone del Centro parrocchiale di Ponso.

**********






 

 

***********************************

orario completo delle S. Messe sul bollettino

*********************************

APPUNTAMENTI SETTIMANALI

- GRUPPO 3a ETA': GIOVEDI ore 15.30 S. Messa e attività in Centro Parr.

- CORALE: GIOVEDI ore 21.00

- CORO GIOVANI: LUNEDI ore 21.00


- INTENZIONI Ss. MESSE:
ordinarle dopo la Messa
in sacristia o in canonica
Offerta per S. Messa libera, consigliata € 10,00

**************************************

per ulteriori informazioni fare riferimento al bollettino

Contatti

IN PRIMA PAGINA SUL BOLLETTINO

MERCOLEDÌ DELLE CENERI, 17 FEBBRAIO
Inizia la Quaresima del 2021. L’anno scorso eravamo appena entrati in lockdown e non ci è stato permesso di vivere comunitariamente la celebrazione con il rito dell’imposizione delle Ceneri.
Quest’anno possiamo ed è prevista una celebrazione in ogni comunità nel pomeriggio di mercoledì 17 febbraio, mercoledì, appunto, delle Ceneri. Sono state date anche indicazioni per ricevere le ceneri in sicurezza. Ricordo che molti bambini e ragazzi non hanno mai partecipato a questo momento così significativo e toccante della vita cristiana, cerchiamo di dare loro questa possibilità.
Con questo semplice e toccante gesto inizia anche la Quaresima, quaranta giorni di conversione verso la Pasqua. Cerchiamo di prepararci e di costruire il nostro personale percorso attraverso la pratica del digiuno, della preghiera e della carità. Buona Quaresima. (d. A.)
QUARESIMA DI FRATERNITÀ
Progetti Missionari 2021/2022
"Un pane per amor di Dio": con questo slogan nel febbraio del 1962 i vescovi del Triveneto invitavano i cristiani a vivere la Quaresima con uno stile totalmente diverso, all’insegna della carità e della condivisione. Ai nostri giorni il cammino verso la Pasqua ha cambiato nome ma non sostanza e fine: Quaresima di Fraternità, con l’obiettivo di sostenere i progetti dei missionari fidei donum padovani. Saranno illustrati in questi spazi nelle settimane di Quaresima.
Il nostro vescovo Claudio ci invita ad essere “pane buono” per la vita del mondo con gesti di ascolto, di fraternità e condivisione con i poveri. È ormai risaputo che in questo tempo di pandemia saranno i Paesi a basso reddito, “a pagare il costo più salato”. Per questo, il “diventare noi stessi il pane buono” può tradursi in un cuore aperto e sensibile alle necessità dei fratelli, in tutto il mondo.
Nel sito dell’Ufficio missionario della Diocesi vi sono materiali utili e proposte per questa Quaresima: si possono trovare all’indirizzo: https://quaresimadifraternita.it.
------ dalla Diocesi di Padova --------------------------------------------------------------------------------------------
LETTERE DEL VESCOVO PER AFFETTI VISSUTI SECONDO “GLI ORIZZONTI PIÙ ALTI DELL’AMORE”

Consegnando alla Chiesa, a margine dei due Sinodi sulla famiglia, l’esortazione Amoris laetitia (2016), papa Francesco ha evidenziato in modo autorevole la necessità di valorizzare più adeguatamente nella vita pastorale la dimensione degli affetti. Anche per questo, il vescovo Claudio insieme ad alcuni collaboratori ha scritto alcune Lettere per parlare con fiducia e stima ai giovani e agli adulti e incoraggiarli a vivere secondo “gli orizzonti più alti dell’amore” la propria situazione di vita. Le Lettere coinvolgono nella riflessione i destinatari, grazie a un linguaggio che attinge all’esperienza personale e permettono ai lettori di sentirsi compresi e accompagnati nella loro esperienza. Copie delle Lettere finora pubblicate – agli adolescenti; ai presbiteri, ai diaconi celibi, a uomini e donne consacrati per il Regno; ai cristiani vedovi; alle coppie di cristiani che convivono, ai cristiani single – sono disponibili presso la Segreteria generale della Diocesi. Prossimamente verranno pubblicate le Lettere: ai giovani, ai fidanzati, alle giovani coppie e ai cristiani sposati civilmente.

---

BRESEGA PONSOCARCERIVIGHIZZOLO
- - - - -
- - - - -
- - - - -
- - - - -

 

ALTRE INFORMAZIONI SUL BOLLETTINO


 

  

 

 

 

 
 
 

 

 

  • Consiglio Pastorale Parrocchiale
  • Consiglio per gli Affari Economici
  • Catechesi

.

 

 

Pagina in costruzione

Pagina in costruzione

Prima di presentare il Gruppo Teatro Vecchio Veneto vorremmo fare un po’ di storia del teatro a Bresega.

ANNI QUARANTA

Facciamo un salto nel tempo per sfogliare le pagine di un passato di qualche anno, quando a Bresega un gruppo di persone si cimentarono all’arte del teatro. Parliamo degli anni immediatamente seguenti il secondo dopoguerra, quando fare teatro, magari artigianalmente, per se  stessi e per il piccolo borgo, era l’unico svago realizzabile. Ci si riuniva presso gli ambienti della canonica, ambienti che orgogliosamente Don Fabiano, il parroco di allora,  metteva a disposizione per i “suoi ragazzi”. Vogliamo ricordare due persone che hanno particolarmente contribuito a rendere fattiva quello che era una aspirazione di tutti: Stellio Gastaldo e Angelo Manfrin.

 Nelle lunghe serate invernali si preparavano le rappresentazioni teatrali che sarebbero state messe in scena nel periodo estivo. Allora era in voga l’operetta, armonioso “ensamble” di musicali canzoni e parti recitate.  Qualcuno ricorda ancor oggi,  con orgoglio, i successi ottenuti in paese e i riconoscimenti raggiunti durante le trasferte.

In quei tempi, maschi e femmine non potevano fare teatro assieme quindi parallelamente nacque anche la compagnia teatrale femminile, i luoghi di incontro era sempre la canonica. A diversità dei colleghi maschietti, le ragazze si perfezionarono nella recita di commedie. Ci viene spontaneo chiedere cosa avrebbero fatto se ci fosse stata la necessità di una parte maschile. Niente paura, una ragazza si vestiva da maschietto e il problema era risolto. Inutile dire che anche il gruppo femminile ebbe i suoi momenti di gloria. 

Parlando con un signore di un paese limitrofo, riguardo alla tradizione teatrale a Bresega, questi ricordava che, quando era piccolo, i “grandi”lo avevano mandato a Bresega a prendere i trucchi. Cosa era successo? Stavano preparando una rappresentazione teatrale e all’ultimo momento si sono accorti che i loro trucchi si erano irrimediabilmente rovinati. Che fare? Niente paura si va a Bresega e loro sicuramente hanno tutto. Una corsa in bicicletta e il problema si è risolto nei migliore dei modi.  Eravamo negli anni Cinquanta!

ANNI SESSANTA

Con il boom economico si cambiano stili di vita, sorgono altri mezzi di divertimento, qualcuno è costretto ad emigrare e tutto lentamente si scioglie, lasciando però sempre acceso un lumicino: a ricordo dei vecchi fasti rimaneva  lo stabile del teatro.

ANNI SETTANTA...LA NASCITA DEL GRUPPO TEATRALE

E arriviamo agli inizi degli anni settanta quando un gruppo di ragazzi, cogliendo l’occasione della festa di Santa Lucia, copatrona del paese, si propongono, dopo la recita dei bambini delle elementari,  di allietale la festa con  brevi scenette. Ed è così che nasce quello che poi si chiamerà Gruppo Teatro Vecchio Veneto. Da brevi scenette si passerà  alle farse quindi ad atti unici finché  arriviamo  alla realizzazione delle commedie.

Con gli anni il gruppo artisticamente cresce coinvolgendo molti  giovani del paese e trova lo stile che lo contraddistinguerà  e lo caratterizzerà. 

IL GRUPPO TEATRO VECCHIO VENETO...OGGI

Il Gruppo attualmente è formato da circa trenta persone compresi attori, scenografi, tecnici audio e video, truccatrici e collaboratori vari.

Il Gruppo ha delle caratteristiche che lo differenzia dalle altre compagnie: è completamente autodidatta; ha un autore delle proprie rappresentazioni: Silvio Olin; ha la sua lingua vernacolare: il dialetto locale; ha tanta voglia di divertirsi, divertendo il pubblico, e può vantare, tra i componenti,  una collaborazione quasi quarantennale.

Il filone del buon umore è da sempre l’ingrediente principale che la compagnia vuole trasmettere al pubblico. In paese il gruppo è amato e apprezzato, conosciuto e seguito con entusiasmo. I consensi ottenuti si estendono non solo nei paesi limitrofi ma anche oltre il territorio della Bassa Padovana sconfinando anche fuori regione.
La discriminante sta certamente nel fatto che il pubblico può  identificarsi nei personaggi portati in scena.  Del resto le situazioni rappresentate sono storie di vita quotidiana, a volte portate all’eccesso, ma con un fondo di verità. E’ la realtà messa in scena , è la vita recitata dal vivo.

Il Gruppo ha messo in scena oltre a quindici rappresentazioni. A titolo esemplificativo ne ricordiamo alcune : Chiuso per ferie, Done Omani Marideve, Disi sempre che la xe cota, On pugneto de sale, Semo tuti paroni .

Attualmente il Gruppo si è costituito in associazione culturale teatrale  apolitica e apartitica senza scopo di lucro.

Per informazioni 0429/679097

teatrobresega.blogspot.com

 

 

Canti per la Santa Messa

No flash player!

It looks like you don't have flash player installed. Click here to go to Macromedia download page.


Powered by Flash MP3 Player

 

Parrocchia di Bresega

Via Chiesa di Bresega, 108

35040 Ponso PD

 

Per comunicare con don Andrea Ceolato:

tel. 0429619777

cell. 340 2216242

carceri@diocesipadova.it

Per segnalazioni e contributi su questo sito:

web.bresega@gmail.com