_


 

Comunità Parrocchiale di Bresega

Benvenuti ! ! ! !

In primo piano

************************************

Bollettino delle parrocchie

Bresega, Ponso, Carceri, Vighizzolo

scarica qui il bollettino settimanale

******************

 

 

 

::: Prossimi appuntamenti :::

Agenda della settimana

Domenica 21, Messa di apertura del Grest di Bresega
Domenica 21 alla messa delle ore 11:00 inizio del Grest “Avengers Uniti”, con la partecipazione degli animatori e dei ragazzi.
Benedizione delle famiglie
Questa settimana don Cristiano passerà, secondo le sue possibilità, per benedire le famiglie di via Braggio e via Europa. Non sarà lasciato preavviso nella buca delle lettere.

***********************************

orario completo delle S. Messe sul bollettino

*********************************

APPUNTAMENTI SETTIMANALI

- GRUPPO 3a ETA': GIOVEDI ore 15.30 S. Messa e attività in Centro Parr.

- CORALE: GIOVEDI ore 21.00

- CORO GIOVANI: LUNEDI ore 21.00


- INTENZIONI Ss. MESSE:
ordinarle dopo la Messa
in sacristia o in canonica
Offerta per S. Messa libera, consigliata € 10,00

**************************************

per ulteriori informazioni fare riferimento al bollettino

Contatti

DALLA PRIMA PAGINA DEL BOLLETTINO

IL VESCOVO CLAUDIO SCRIVE ALLE COMUNITÀ CRISTIANE DELLA DIOCESI DI PADOVA
Festa di san Benedetto, patrono d'Europa. Carissimi fratelli e sorelle, vi scrivo in occasione della festa di san Benedetto, patrono d’Europa, con senso di amicizia e di riconoscenza verso le comunità benedettine presenti e attive nella nostra Diocesi e memore della provvidenziale opera dei benedettini per lo sviluppo e l’evangelizzazione delle nostre terre. Dio ci dona sempre la fantasia e il coraggio necessari ad aprirci con bontà alla storia, persino quando alle nostre forze pare impossibile e la realtà ci spaventa.
Carissimi, desidero condividervi il mio dolore nel sentire come la barbarie di linguaggio e di atteggiamenti verso i poveri che cercano approdo nelle nostre terre e verso quanti prestano soccorso, nonché la legittimazione all’annullamento dei diritti umani, contaminino, spesso, i pensieri e i sentimenti nostri e delle nostre comunità.
Come san Benedetto partì dalla conversione del cuore e poi costruì monasteri, che divennero nel tempo quello che papa Francesco definisce «culla della rinascita umana, culturale, religiosa e anche economica del continente», così noi, entrando nella verità del nostro cuore possiamo trovare la forza di vivere nella pace e costruire comunità di pace. Ogni volta che sfamano, dissetano, vestono, curano, accolgono i suoi fratelli più piccoli, lo fanno a lui. Spalanchiamo le nostre menti e i nostri cuori, e amiamo! Spalanchiamo le nostre comunità al discernimento dell’oggi, che interpella il nostro essere testimoni dell’Amore.
Questo tempo ci chiede il coraggio della verità evangelica, che ci aiuta ad aprire nuove frontiere per gestire la complessità e ci evita di acconsentire a meschinità oltraggiose della dignità, che ci rinserrano dentro confini densi di sterili paure. Nella celebrazione della festa di San Benedetto, patrono della nostra Europa, e volgendo lo sguardo all’incontro di riflessione e spiritualità “Mediterraneo frontiera di pace” che, nel febbraio prossimo, riunirà a Bari tutte le Chiese che si affacciano sul nostro mare, desidero sollecitare le nostre coscienze e gli animi delle nostre comunità affinché anche la nostra Chiesa di Padova offra il suo contributo a sostegno dei vari popoli per rinnovare lo sviluppo sociale, a trasformare gli assetti di ingiustizia e inequità e a promuovere un’azione di pace comune.
Preghiamo san Benedetto affinché aiuti l’Europa a fare scelte coraggiose di solidarietà, di accoglienza
e di inclusione e affinché in ciascuno di noi cresca il desiderio di comprendere in modo sapiente quanto stiamo vivendo, per imparare a farci carico dei fenomeni mondiali a partire dai nostri piccoli comportamenti quotidiani e a perseverare nell’opera di comunione e fraternità verso ogni fratello e ogni popolo che ci tende la mano.
Padova, 11 luglio 2019 + Claudio Cipolla, Vescovo di Padova
CAMPO ACR, RIUNIONE GENITORI, 15 luglio
Il campo ACR (per ragazzi dalla 3ª elementare alla 2ª media) delle nostre quattro parrocchie si svolge dal 18 al 24 agosto a Castelcerino di Soave (VR). Le quote sono di Euro 165 per i tesserati all'ACR, Euro 175 per i non tesserati. Per le iscrizioni rivolgersi a Eleonora Bissaro, tel. 377-96.36.741.
I genitori sono invitati, per un incontro conoscitivo, lunedì 15 luglio, alle ore 21:00, presso il Centro Parrocchiale di Ponso. Sarà l’occasione anche per iscrivere i propri figli, versare una caparra o eventualmente saldare la quota.
MINI CAMPO 14ENNI, RIUNIONE GENITORI, 18 luglio
In collaborazione tra le parrocchie dell'Unità Pastorale di Sant'Urbano, di Vighizzolo e di Ponso, si terrà dal 9 al 12 agosto un mini-campo scuola a Lignano Sabbiadoro, rivolto ai ragazzi 14enni e di prima superiore.
I genitori dei ragazzi già iscritti sono invitati alla riunione di giovedì 18 luglio alle ore 20:45 in Centro Parrocchiale a Vighizzolo. In tale occasione verranno date le informazioni fondamentali e verrà saldata la quota complessiva di 150 Euro.
------ dall’Apostolato Biblico diocesano -----------------------------------------------------
SETTIMANA BIBLICA A VILLA IMMACOLATA, 26-30 agosto
La Settimana Biblica diocesana è rivolta a tutti coloro che desiderano approfondire la conoscenza della Sacra Scrittura. È una proposta qualificata per catechisti dei ragazzi e degli adulti, insegnanti di
religione, operatori pastorali. Si leggeranno le vite di santi (e) peccatori raccontate nei due libri di Samuele, per continuare a nutrirci della loro esperienza di fede, così simile alla nostra.
Per informazioni, mail settimanabiblica.diocesipadova@gmail.com; cell. 333-3946657.
CONTINUA LA SAGRA DI BRESEGA FINO A MARTEDÌ 16
Ci sarà ogni sera lo stand gastronomico aperto dalle ore 20:00, musica e ballo.
 Lunedì 15 ore 21:00: serata equestre, dimostrazioni di abilità a cavallo di ragazzi e adulti.
 Martedì 16 a fine serata verrà consegnato il ricavato del lunedì “Uniti Contro il Cancro” con la presenza del Presidente dell’associazione ABEO (Associazione Bambino Emopatico Oncologico) di Verona, Piero Battistone, e il primario del reparto di Oncoematologia pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, dott. Simone Cesaro.

ALTRE INFORMAZIONI SUL BOLLETTINO


 

 

 

 

 
 
 

 

 

  • Consiglio Pastorale Parrocchiale
  • Consiglio per gli Affari Economici
  • Catechesi

.

 

 

Pagina in costruzione

Pagina in costruzione

Prima di presentare il Gruppo Teatro Vecchio Veneto vorremmo fare un po’ di storia del teatro a Bresega.

ANNI QUARANTA

Facciamo un salto nel tempo per sfogliare le pagine di un passato di qualche anno, quando a Bresega un gruppo di persone si cimentarono all’arte del teatro. Parliamo degli anni immediatamente seguenti il secondo dopoguerra, quando fare teatro, magari artigianalmente, per se  stessi e per il piccolo borgo, era l’unico svago realizzabile. Ci si riuniva presso gli ambienti della canonica, ambienti che orgogliosamente Don Fabiano, il parroco di allora,  metteva a disposizione per i “suoi ragazzi”. Vogliamo ricordare due persone che hanno particolarmente contribuito a rendere fattiva quello che era una aspirazione di tutti: Stellio Gastaldo e Angelo Manfrin.

 Nelle lunghe serate invernali si preparavano le rappresentazioni teatrali che sarebbero state messe in scena nel periodo estivo. Allora era in voga l’operetta, armonioso “ensamble” di musicali canzoni e parti recitate.  Qualcuno ricorda ancor oggi,  con orgoglio, i successi ottenuti in paese e i riconoscimenti raggiunti durante le trasferte.

In quei tempi, maschi e femmine non potevano fare teatro assieme quindi parallelamente nacque anche la compagnia teatrale femminile, i luoghi di incontro era sempre la canonica. A diversità dei colleghi maschietti, le ragazze si perfezionarono nella recita di commedie. Ci viene spontaneo chiedere cosa avrebbero fatto se ci fosse stata la necessità di una parte maschile. Niente paura, una ragazza si vestiva da maschietto e il problema era risolto. Inutile dire che anche il gruppo femminile ebbe i suoi momenti di gloria. 

Parlando con un signore di un paese limitrofo, riguardo alla tradizione teatrale a Bresega, questi ricordava che, quando era piccolo, i “grandi”lo avevano mandato a Bresega a prendere i trucchi. Cosa era successo? Stavano preparando una rappresentazione teatrale e all’ultimo momento si sono accorti che i loro trucchi si erano irrimediabilmente rovinati. Che fare? Niente paura si va a Bresega e loro sicuramente hanno tutto. Una corsa in bicicletta e il problema si è risolto nei migliore dei modi.  Eravamo negli anni Cinquanta!

ANNI SESSANTA

Con il boom economico si cambiano stili di vita, sorgono altri mezzi di divertimento, qualcuno è costretto ad emigrare e tutto lentamente si scioglie, lasciando però sempre acceso un lumicino: a ricordo dei vecchi fasti rimaneva  lo stabile del teatro.

ANNI SETTANTA...LA NASCITA DEL GRUPPO TEATRALE

E arriviamo agli inizi degli anni settanta quando un gruppo di ragazzi, cogliendo l’occasione della festa di Santa Lucia, copatrona del paese, si propongono, dopo la recita dei bambini delle elementari,  di allietale la festa con  brevi scenette. Ed è così che nasce quello che poi si chiamerà Gruppo Teatro Vecchio Veneto. Da brevi scenette si passerà  alle farse quindi ad atti unici finché  arriviamo  alla realizzazione delle commedie.

Con gli anni il gruppo artisticamente cresce coinvolgendo molti  giovani del paese e trova lo stile che lo contraddistinguerà  e lo caratterizzerà. 

IL GRUPPO TEATRO VECCHIO VENETO...OGGI

Il Gruppo attualmente è formato da circa trenta persone compresi attori, scenografi, tecnici audio e video, truccatrici e collaboratori vari.

Il Gruppo ha delle caratteristiche che lo differenzia dalle altre compagnie: è completamente autodidatta; ha un autore delle proprie rappresentazioni: Silvio Olin; ha la sua lingua vernacolare: il dialetto locale; ha tanta voglia di divertirsi, divertendo il pubblico, e può vantare, tra i componenti,  una collaborazione quasi quarantennale.

Il filone del buon umore è da sempre l’ingrediente principale che la compagnia vuole trasmettere al pubblico. In paese il gruppo è amato e apprezzato, conosciuto e seguito con entusiasmo. I consensi ottenuti si estendono non solo nei paesi limitrofi ma anche oltre il territorio della Bassa Padovana sconfinando anche fuori regione.
La discriminante sta certamente nel fatto che il pubblico può  identificarsi nei personaggi portati in scena.  Del resto le situazioni rappresentate sono storie di vita quotidiana, a volte portate all’eccesso, ma con un fondo di verità. E’ la realtà messa in scena , è la vita recitata dal vivo.

Il Gruppo ha messo in scena oltre a quindici rappresentazioni. A titolo esemplificativo ne ricordiamo alcune : Chiuso per ferie, Done Omani Marideve, Disi sempre che la xe cota, On pugneto de sale, Semo tuti paroni .

Attualmente il Gruppo si è costituito in associazione culturale teatrale  apolitica e apartitica senza scopo di lucro.

Per informazioni 0429/679097

teatrobresega.blogspot.com

 

 

Canti per la Santa Messa

No flash player!

It looks like you don't have flash player installed. Click here to go to Macromedia download page.


Powered by Flash MP3 Player

 

Gallerie fotografiche degli eventi principali della nostra comunità

2011
Recital dei ragazzi "La Pasqua di Gesù"- 16 aprile
bb
cc

2010
Rappresentazione di "Non ghe xe problemi" (Gruppo Teatro Vecchio Veneto di Silvio Olin) - 13 dicembre
Festa degli anniversari di matrimonio - 14 novembre
Prime comunioni - 9 maggio

2009

Inaugurazione del Monumento all'Immacolata - 8 dicembre
Festa degli anniversari di matrimonio - 8 novembre

 

Parrocchia di Bresega

Via Chiesa di Bresega, 108

35040 Ponso PD

 

Per comunicare con don Andrea Ceolato:

tel. 0429619777

cell. 340 2216242

carceri@diocesipadova.it

Per segnalazioni e contributi su questo sito:

web.bresega@gmail.com